Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitą alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitą

A cura di Ledha

Archivio notizie

28/06/2017

Giochi per tutti

Un progetto promosso dall'associazione "L'Abilitą" in collaborazione con gli studenti del Naba di Milano. I prototipi realizzati verranno sperimentati nello "Spazio Gioco" dell'associazione.

Un canestro con bastoni telescopici che consente di regolare l’altezza e inclinare l’anello, per facilitare l’ingresso della palla. Un “memory” modificato per rendere il gioco visivamente comprensibile a tutti. Un “Gioco dell’oca” capace di includere nel gioco anche i bambini con disabilità cognitiva e motoria.

Sono solo alcuni dei risultati di un laboratorio che ha coinvolto gli studenti del corso di Design dell’accessorio del Naba (Nuova accademia di belle arti di Milano) con alcuni rappresentanti dell’associazione “L’Abilità”. Un incontro durante il quale sono state messe al centro tre parole (“Progetto”, “senso estetico”, “comunità”) ed è stato identificato un obiettivo: progettare un gioco inclusivo, un gioco basato sull’idea del riconoscimento reciproco come bisogno umano vitale, un gioco che rispetti e salvaguardi le irriducibili diversità di ognuno, un gioco che implichi la possibilità di partecipazione per tutti e per ciascuno. 

Carlo Riva ed Elisa Rossoni, rispettivamente direttore e pedagogista dello Spazio gioco di “L’Abilità”, hanno coinvolto gli studenti, avviando con loro una riflessione sulla condizione esistenziale della disabilità e sul diritto al gioco dei bambini con disabilità, per presentare attività ludiche e possibilità di gioco, per indicare come strutturare il setting per consentire la partecipazione attiva di tutti.

Dopo un laboratorio psico-corporeo (per sperimentare la relazione con l’altro e il piacere del gioco) gli studenti hanno avviato la progettazione e la realizzazione dei giocattoli. Dalla scelta dei materiali alla riflessione sugli adattamenti necessari a giochi e giocattoli già i commercio per adattarli a partire dalle difficoltà e dalle potenzialità di un bambino con disabilità. I prototipi realizzati, verranno sperimentati con i bambini dello “Spazio gioco”.

Lo stelliere, il canestro, Ella, Toccatè, Kaleidomask, Gioco dell’oca, Poffi, Bomsha, Labi-Lab, Becu, 4senses, Memory sono i giochi che hanno creato e modificato gli studenti. Purtroppo per limiti di spazio, non riusciamo a raccontarveli tutti. Vi lasciamo alcune fotografie e una breve spiegazione che non ha la pretesa di essere  esaustiva e non renderà merito alla cura e alla passione che ogni studente ha avuto per il proprio progetto.

Per saperne di più visitate il sito dell'associazione L'Abilità

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilitą

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign