Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilità

A cura di Ledha

Ultime opinioni

01/08/2018

"Volevo semplicemente entrare nella mia banca … inespugnabile quanto inaccessibile”

Di Enrico Mantegazza

Il direttore della mia filiale aveva promesso che con i lavori di ristrutturazione quel gradino all'ingresso non ci sarebbe più stato. Cronaca di una ricerca (surreale) di un istituto di credito accessibile

Il direttore della banca aveva promesso che con i lavori di ristrutturazione della nuova filiale quel gradino all’ingresso non ci sarebbe più stato. I lavori della nuova banca son finiti, gli altri correntisti entrano ed escono liberamente ma io no. La mia carrozzina elettrica, anche di fronte ad una banca nuova di zecca non riesce ancora a entrare. Dopo un quarto d’ora di attesa, riprovo a far suonare un anonimo campanello posto nei pressi dell’ingresso. Dopo un altro quarto d’ora un cortese impiegato fa capolino sulla soglia della banca annunciandomi che dovrebbe esserci riposta da qualche parte una rampa metallica, che lui stesso avrebbe installato.

Il cortese dipendente della banca si assenta alla ricerca della rampa e ricompare, dopo oltre venti minuti, stringendo sotto il braccio una piccola rampa pieghevole. Sotto lo sguardo mio e dei passanti, l’impiegato della banca apre la rampa e prova a posizionarla, senza però riuscire a capire come vada installata. Ogni volta che il cortese dipendente provava ad appoggiare il piede per verificarne la stabilità, la maledetta rampa metallica scivolava sempre in giù, proprio non ne voleva sapere di stare ferma. Guardando le dimensioni della carrozzina e la ridotta larghezza della rampa l’impiegato cominciava ad avere qualche dubbio sulla fattibilità e la sicurezza dell’impresa. Intanto le persone entravano e uscivano dalla banca e ogni volta la rampa veniva tolta per evitare cadute e inciampi.  “Peccato. Sarebbe stato sufficiente al posto del gradino realizzare uno scivolo, proprio come il negozio vicino”, ha esclamato una mamma che con un passeggino si adoperava a superare quel gradino, che non doveva proprio esserci. Peccato.

Volevo semplicemente aprire un conto corrente e invece mi hanno raccontato un sacco di barzellette, così belle che ho iniziato a piangere anche se non c'era niente da ridere.

Considerata l’inaccessibilità della mia banca provo a visitare le banche vicine cercando maggiore accessibilità e accoglienza. Anche qui l’esperienza è stata tragicomica, peccato non averla filmata. Le risposte e gli approcci dei direttori delle banche davanti all’impossibilità di poter entrare nelle filiali bancarie con la carrozzina elettrica sono state molto diverse:

  • “Non mi ero mai accorto dell’esistenza del gradino, segnalerò”;
  • “Perchè vuole aprire il conto qui, le do l’indirizzo della filiale in centro, loro hanno certamente la rampa”;
  • “Non abbiano lo scivolo perché non abbiamo mai avuto clienti in carrozzina. Anzi, sì. Uno, ma ce la faceva. Forse veniva aiutato”;
  • “Aspetti che telefono e chiedo cosa dobbiamo fare”;
  • “Mi dispiace molto, segnalerò questa difficoltà e provvederemo a mettere una rampa mobile”;
  • “C’è il campanello, si suona e veniamo noi ‘a braccia’ ad aiutarla a superare il gradino”
  • “Comunque dentro per andare al piano primo c’è il servoscala… fuori no, non abbiamo ancora lo scivolo”

ACCESSIBILITA’

"Al fine di consentire alle persone con disabilità di vivere in maniera indipendente e di partecipare pienamente a tutti gli aspetti della vita, [si devono] garantire alle persone con disabilità, su base di uguaglianza con gli altri, l’accesso all’ambiente fisico, ai trasporti, all’informazione e alla comunicazione, compresi i sistemi e le tecnologie di informazione e comunicazione, e ad altre attrezzature e servizi aperti o forniti al pubblico”

L.18/2009

art.2 Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità

 

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilità

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign