Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilità

A cura di Ledha

Ultime notizie

05/07/2021

L'accessibilità cognitiva arriva al Museo diocesano di Cremona

Grazie al progetto “Ci sei nei Musei: la collezione del Museo Diocesano”, i visitatori avranno a disposizione materiale informativo in linguaggio facile da leggere e da capire

Tra i progetti che sono stati finanziati dal bando Cultura Partecipata 2021 promosso dal Comune di Cremona c’è il progetto di accessibilità cognitiva ai luoghi culturali “Ci sei nei Musei: la collezione del Museo Diocesano”, creato da Anffas Cremona Onlus. Il Museo Diocesano di Cremona, che aprirà le porte nei prossimi mesi, si aggiungerà così agli altri musei di Cremona che già in passato hanno collaborato in questo progetto, rendendo così la nostra città un punto di riferimento per l’accessibilità cognitiva nel settore culturale.

Alcuni dei luoghi della cultura che grazie a questo progetto hanno messo a disposizione dei visitatori dei documenti in linguaggio facile da leggere e da capire sono il Museo Civico Ala Ponzone (Cremona), il Museo Archeologico San Lorenzo (Cremona), il Museo del Violino (Cremona) o il Museo Popoli e Culture (Milano). “Ci sei nei Musei” prevede la partecipazione attiva di persone con e senza disabilità intellettiva nella realizzazione di una guida in linguaggio facile da leggere e da capire (Easy to read), per facilitare l’accesso all’informazione da parte di persone in situazione di fragilità.

La messa a disposizione di questo materiale vuole far sì che oltre all’attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche, gli spazi museali italiani si dotino di materiale informativo e didattico in un formato che possa eliminare le barriere comunicative, cosiddette invisibili. Una nuova opportunità di rendere il patrimonio culturale della città di Cremona accessibile a più persone, valorizzando la sua importanza e riconsegnando ai musei il valore per la comunità che lungo la storia hanno sempre avuto.

Condividi: Facebook Linkedin Twitter email Stampa