Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilità

A cura di Ledha

Archivio notizie

27/03/2008

Elezioni Politiche - 13 e 14 aprile 2008

In occasione delle imminenti elezioni politiche ed amministrative ricordiamo come poter esercitare il proprio diritto al voto.

Il voto assistito

Secondo la normativa vigente sono da considerarsi "elettori fisicamente impediti", "i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità" e possono essere accompagnati all'interno della cabina elettorale da un altro elettore.
Le persone con queste disabilità, e non con altre, possono quindi esercitare il diritto di voto con l'aiuto di un elettore della propria famiglia o di un altro elettore, volontariamente scelto come accompagnatore, purché questi risultino iscritti nelle liste elettorali del Comune.

Qualora la disabilità non sia evidente, oppure non sia nota al presidente di seggio, deve essere richiesta la documentazione sanitaria rilasciata dalla ASL dove viene precisato che "l'infermità fisica impedisce all'elettore di esprimere il voto senza l'aiuto di altro elettore".
Questi certificati, ex art. 1 comma 5 della Legge 15 gennaio 1991, n. 15, "devono essere rilasciati gratuitamente ed in esenzione da qualsiasi diritto od applicazione di marche e vengono allegati al verbale dell'ufficio elettorale".

I disabili permanenti possono richiedere all'Ufficio Elettorale del proprio comune che sulla propria tessera venga messo un simbolo che attesti il diritto permanente di poter usufruire del voto assistito (legge n. 17/2003)
La domanda per ottenere il timbro sulla tessera elettorale può essere presentata anche da persona diversa dall'elettore interessato, purché in possesso di:
- delega (su carta semplice)
- fotocopia del documento d'identità dell'interessato
- tessera elettorale in originale dell'interessato.

Per gli elettori non vedenti è sufficiente esibire il libretto nominativo di pensione, rilasciato dall'INPS per la categoria "Ciechi Civili", riportante il codice che attesta la cecità assoluta.

È utile precisare che chi necessita di essere accompagnato solo fino alla cabina elettorale, ma poi è in grado di esercitare autonomamente il voto, non occorre che presenti alcun certificato.

Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un disabile.

per Milano:
La richiesta d'apposizione del timbro va inviata all'Ufficio Elettorale di via Messina 52, con la documentazione sanitaria rilasciata dalla ASL competente che certifica l'impossibilità di esercitare autonomamente il diritto di voto (in allegato)

 

Il voto domiciliare

È l'esercizio del diritto di voto presso il proprio domicilio.

La procedura è riservata agli elettori con infermità gravi, tali da impedire l'allontanamento dall'abitazione, e che si trovano in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali

Per esercitare il voto a domicilio occorre presentare domanda all'Ufficio Elettorale entro e non oltre 15 giorni prima della data della votazione.
Alla domanda vanno allegati:
- la copia della tessera elettorale
- un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dalla ASL competente, che attesta l'infermità fisica e la dipendenza vitale da macchine elettromedicali, tali da impedire all'elettore di recarsi al seggio
-una dichiarazione attestante la volontà di esprimere il voto presso la propria abitazione, indicandone l'indirizzo completo ed un recapito telefonico

Per Milano:
la domanda va presentata all'Ufficio Elettorale di via Messina 52, entro il 29 marzo (in allegato).

 

Barriere Architettoniche

La Legge 15 gennaio 1991, n. 15 prevede che i disabili con difficoltà di deambulazione "possono esercitare il diritto di voto in altra sezione del comune, che sia allocata in sede già esente da barriere architettoniche (...) previa esibizione, unitamente al certificato elettorale, di attestazione medica rilasciata dall'unità sanitaria locale anche in precedenza per altri scopi o di copia autentica della patente di guida speciale, purché dalla documentazione esibita risulti l'impossibilità o la capacità gravemente ridotta di deambulazione".

Per sapere se la sezione scelta corrisponde a questi requisiti è possibile rivolgersi all'Ufficio elettorale del Comune o al presidente della sezione stessa.

Nel caso non si disponga di alcuna certificazione oppure nell'ipotesi in cui dalla certificazione non sia possibile evincere con chiarezza che sussiste un'incapacità alla deambulazione, è possibile richiedere gratuitamente - una visita all'Azienda ASL di competenza.
Le Aziende ASL nei tre giorni precedenti la consultazione elettorale, devono garantire in ogni comune la disponibilità di un adeguato numero di medici autorizzati e preposti per il rilascio di queste certificazioni.

Sarà cura del presidente di seggio iscrivere il disabile nella lista elettorale della sezione e di prenderne nota nel verbale.

Per Milano:
Sono previste sedi di votazione prive di barriere architettoniche, collocate al piano terreno, opportunamente indicate con apposita segnaletica e attrezzate in modo da agevolare agli elettori non deambulanti la manifestazione del voto in assoluta segretezza (vedi elenco allegato).

 

Servizio di trasporto

I comuni devono garantire in occasione delle consultazioni elettorali un servizio di trasporto gratuito per facilitare ai disabili il raggiungimento del seggio elettorale (art.29 della legge104 del 1992)

Per Milano:

è organizzato un servizio gratuito di trasporto a mezzo taxi e/o veicolo attrezzato con accompagnatore per spostarsi dalle rispettive abitazioni alle sedi di votazione e viceversa.
Il servizio taxi è disponibile nelle giornate di domenica e lunedì, mentre quello con veicolo attrezzato è disponibile solo la domenica.
Il punto di smistamento del servizio è presso il Servizio Autopubbliche - Via Messina, 53.

Il servizio può essere usufruito dai soggetti disabili residenti in città, purché muniti di idonea certificazione dell'Autorità Sanitaria competente attestante lo stato di inabilità; il richiedente deve essere in possesso di una fotocopia del certificato rilasciato dall'Autorità Sanitaria da consegnare al conducente del mezzo.
Nel caso in cui il richiedente sia soggetto non deambulante, potrà usufruire degli appositi seggi allestiti in sedi elettorali prive di barriere architettoniche. In questa circostanza, l'elettore dovrà essere munito di ulteriore copia del certificato d'invalidità da consegnare al seggio elettorale. Il suddetto certificato può essere sostituito anche da copia autentica della patente di guida speciale, purché dalla documentazione esibita risulti lo stato di inabilità;
il conducente del taxi o veicolo attrezzato provvede a prelevare il richiedente al proprio domicilio, accompagnarlo presso il seggio elettorale e ricondurlo poi a casa; il servizio è disponibile la domenica dalle ore 8:00 alle ore 22:00 ed il lunedì dalle ore 8:00 alle ore 15:00.

Bisogna prenotare il trasporto al servizio auto pubbliche:
telefonicamente al numero 02.88465290/2/4 a partire dalla settimana precedente fino al giorno stesso delle elezioni;
via e-mail la settimana che precede le elezioni all'indirizzo: MTA.Autopubbliche@comune.milano.it

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilità

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign