Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitā alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitā

A cura di Ledha

Archivio notizie

23/04/2021

Far sentire la voce delle ragazze e delle donne con disabilitā in Europa

La Commissione Europea ha lanciato due importanti consultazioni pubbliche sul fenomeno della violenza contro le donne: č possibile compilare i questionari online fino al 10 maggio.

Come segnala il Gruppo donne dell’EDF, il Forum Europeo sulla Disabilità, la Commissione Europea ha dato il via in questi mesi a due importanti consultazioni pubbliche sul fenomeno della violenza contro le donne. Si tratta rispettivamente di "Violence against women and domestic violence - Fitness check of EU legislation" (“Violenza contro le donne e violenza domestica - Verifica dell’adeguatezza della legislazione dell’Unione Europea”) e di "Combating gender-based violence - Protecting victims and punishing offenders" (“Combattere la violenza di genere - Proteggere le vittime e punire gli autori di reato”), basate su altrettanti questionari aperti fino al 10 maggio (raggiungibili rispettivamente a questo e a questo link).

"Si tratta di una buona opportunità per contribuire a portare anche la voce delle ragazze e delle donne con disabilità, tramite le Associazioni italiane impegnate in difesa dei diritti delle persone con disabilità", commenta Luisella Bosisio Fazzi, membro del consiglio direttivo di LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità e del direttivo di EDF. L'invito è quindi a compilare il questionario, dopo essersi registrati sul sito della Commissione Europea.

Inoltre, in occasione del decimo anniversario della Convenzione di Istanbul (Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica), l’EDF aveva prodotto un documento politico sul fenomeno della violenza nei confronti delle donne con disabilità e dei reati ai loro danni, con una serie di informazioni riguardanti l’intero territorio europeo. 

Articolo ripreso da Superando.it

Condividi: Facebook Linkedin Twitter email Stampa