Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitÓ alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitÓ

A cura di Ledha

Archivio notizie

06/10/2008

Tommaso compie cinque anni!

╚ tempo di fare un bilancio del servizio dell'ANS che promuove conoscenza, sperimentazione e confronto degli ausili per "non comprare a caso". Ne parla il coordinatore Franco Francolla.

E' passato ormai un lustro da quel sabato 23/11/03 che ha visto il battesimo del servizio "Tommaso!" - conoscere, provare e confrontare gli ausili per non comprare a caso - diventato presto fiore all'occhiello dell'ANS.

L'idea Ŕ nata dal desiderio e dalla necessitÓ di mettere a disposizione degli ipovedenti uno spazio in cui provare e confrontare liberamente i diversi ausili ottici, elettronici ed informatici, al di fuori di contesti commerciali e al riparo delle pressioni dei distributori.
In Italia non esistono spazi di questo tipo. Il mercato degli ausili Ŕ fortemente condizionato dal "nomenclatore tariffario", che spesso provoca la fornitura di strumenti a scatola chiusa, anche grazie al fatto che tanto non si pagano...
Ogni distributore promuove i propri prodotti, ma anche i rivenditori, non facendo pi¨ magazzino, si limitano a ordinare l'ausilio che interessa, senza possibilitÓ di vederli e provarli preventivamente. Le regole del mercato condizionano anche i centri ipovisione, quasi sempre in grado di mettere a disposizione degli utenti solo ausili che vengono poi effettivamente prescritti.
Sono questi i motivi che sanciscono il successo del servizio; poter fare esperienza di quasi 100 ausili di diverse tipologie e diversi distributori, resta ad oggi una possibilitÓ pi¨ unica che rara in Italia.

Anche l'atteggiamento del mondo sanitario Ŕ cambiato: da una strisciante diffidenza dovuta al timore che "Tommaso!" volesse sostituirsi all'imprescindibile lavoro dell'oculista e del riabilitatore visivo, si sta sempre pi¨ affermando un approccio collaborativo e di vivo interesse rispetto ad un ambito, quello degli ausili, purtroppo ancora poco presente nei percorsi formativi della medicina.

Dal luglio 2006, e a conferma della sua bontÓ, il servizio Ŕ sostenuto dalla D.G. Famiglia e SolidarietÓ Sociale della Regione Lombardia; ci˛ ha permesso tra l'altro di incrementare significativamente la dotazione di ausili a nostra disposizione e di migliorare ed esportare "Tommaso!" sul territorio regionale.

Anche la modalitÓ di effettuazione del servizio Ŕ evoluta nel corso degli anni: da un sabato mattina al mese e un'ora di tempo concessa ad ogni utente, siamo passati a un mercoledý pomeriggio e un sabato mattina al mese, con un'ora e venti minuti per ciascun utente. La partecipazione degli utenti al servizio Ŕ sempre gratuita e su appuntamento; anche gli operatori sono in parte ipovedenti, quindi vivono le stesse necessitÓ degli utenti; il servizio fornisce, altresý, info di carattere legislativo, sulle agevolazioni e sulla fornitura degli ausili da parte degli enti preposti.

Pi¨ di ogni altra considerazione parlano i numeri di quasi cinque anni di attivitÓ: giornate tommasiane 106; ore di servizio 412; utenti ricevuti 529, di cui da fuori Lombardia: 75 (anche da Campania, Puglia e Lazio). Utenti fino a 25 anni 106, tra 26 e 65 anni 246 e oltre 65 anni 177.

Oltre alle consuete giornate tommasiane presso la nostra sede operativa sono giÓ in programma diverse trasferte e iniziative collegate al servizio:
- 23/10/08 - seminario destinato alle Direzioni generali ASL Regione Lombardia
- 10/11/08 - "Giornata Aperta sugli Ausili per Ipovedenti", destinato ai docenti, in collaborazione con la comunitÓ di pratica "Porte Aperte sul Web"
- 18/11/08 - trasferta tommasiana (seminario per gli addetti ai lavori e "Tommaso!" per gli utenti), presso lo STER (Sede Territoriale Regionale) di Monza. La trasferta sarÓ la prima di sei tappe che toccheranno gli STER di Lecco, Varese, Brescia, Lodi, Legnano
- 29/11/28 - trasferta tommasiana nell'ambito di HANDImatica 2008 (www.subvedenti.it/HANDImatica2008.asp).

Franco Frascolla, Coordinatore del Servizio Tommaso

Condividi: Facebook Linkedin Twitter email Stampa