Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitÓ alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitÓ

A cura di Ledha

Archivio notizie

12/11/2003

Integrazione: un premio per l'Italia

All'Italia il premio Roosvelt:La cerimonia si svolgerÓ a New York il 17 novembre. Il Presidente Ciampi ritirerÓ per l'Italia il Franklin D. Roosevelt International Disability Award 2003.

Arriva dagli Stati Uniti la conferma della validitÓ delle leggi italiane a favore delle integrazione sociale delle persone con disabilitÓ. L'Istituto Franklin & Eleanor Roosevelt ha infatti attribuito all'Italia l'edizione 2003 del Franklin D. Roosevelt International Disability Award 2003, il premio che riconosce i progressi compiuti da un paese nel campo della legislazione in favore dei cittadini disabili. La notizia Ŕ stata anticipata a Genova nel corso di un seminario europeo organizzato da Consiglio Nazionale sulla DisabilitÓ dalla Senatrice Sestini che, con grande soddisfazione, ha affermato che se l'Italia ha ottenuto questo riconoscimento Ŕ anche grazie allo stimolo, alla collaborazione e alla costante informazione delle associazioni per disabili e in particolare dal Consiglio Nazionale sulla disabilitÓ, la confederazione di associazioni nazionali che rappresenta il mondo della disabilitÓ italiano in Europa.

"Credo che sia una notizia che il movimento delle organizzazioni italiane per la disabilitÓ debba accogliere con profonda soddisfazione - commenta Salvatore Giambruno presidente della Ledha - E' un riconoscimento formale e sostanziale della validitÓ e della incisivitÓ della continua opera di supporto, di assistenza, di solidarietÓ, di tutela, di stimolo, che tutte le organizzazioni che confluiscono in CND, tra cui la LEDHA e le associazioni che la compongono, svolgono nel proprio ambito."

Il premio verrÓ ritirato a New York dal Presidente Ciampi il 17 novembre. Oltre al riconoscimento morale verranno assegnati al Governo Italiano un assegno di 50 mila dollari e 1000 sedie a rotelle. La Senatrice Sestini, Sottosegretario al Welfare, ha quindi promesso che "come Ministero, proporremo che il premio in denaro venga devoluto al Consiglio nazionale sulla disabilitÓ (Cnd) e che le 1000 sedie a rotelle siano destinate invece alle associazioni Fish (Federazione italiana superamento handicap) e Fand (Federazione associazioni nazionali disabili), che in questi anni sono stati i punti di riferimento e i grandi promotori della legislazione in materia."

Condividi: Facebook Linkedin Twitter email Stampa