Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilità

A cura di Ledha

Archivio notizie

07/04/2014

Pavia, torna "Alfabeti differenti"

Terza edizione del festival che coniuga arte e disabilità. Da non perdere, "Prove aperte di Soundbeam", la mostra "Trace in movimento" e il convegno sul teatro sociale "Tracciare linee/sciogliere nodi".

Torna, per il terzo anno consecutivo, "Alfabeti differenti. Percorsi artistici nelle diverse attività", il festival promosso dall'assessorato alle Pari Opportunità, dall'assessorato alla Cultura e dallo Sportello antidiscriminazione del comune di Pavia. Il festival, che si è aperto lunedì 7 aprile, propone più di venti eventi tra mostre, dibattiti, spettacoli e workshop fino a lunedì 14 aprile. Madrina della manifestazione è Mara Maionchi, discografica e talent scout impegnata nel sociale.

Il festival proporrà una carrellata di iniziative per tutte le età in compagnia di professionisti, artisti e operatori del settore. Tra gli appuntamenti da non perdere,"Prove aperte di Soundbeam ® il raggio che diventa sinfonia" (a cura di Uildm Pavia): lo strumento che permette ancha a bambini e adulti con difficoltà fisiche di vivere la musica da protagonisti (dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 17.30, sala di Santa Maria Gualtieri, piazza della Vittoria 1).
C'è poi la mostra "Tracce in movimento: cielo e terra" curata da Linda Kaiser, critica d'arte che ha raccolto foto, video e dipinti realizzate da utenti dei centri per la disabilità o per il disagio sociald el territorio provinciale. La mostra prosegue fino al 18 aprile. Da lunedì a venerdì dalle 10 alle 12.30 (solo su prenotazione allo 0382.399352) e dalle 16.30 alle 19.30. Sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16.30 alle 19.30.

Molto spazio è stato dato al teatro. A partire con il convegno "Tracciare linee/sciogliere nodi" dedicato alle esperienze del teatro sociale nella provincia di Pavia e rivolto a educatori, terapisti delal riabilitazione psichiatrica, psicologi, attori, registi e a tutti gli "esperti" conduttori dell'esperienza teatrale. (Mercoledì 9 aprile dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 18, teatro Cesare Volta, piazzale Salvo D'Acquisto 2). Sul palco, invece, andrà in scena "Un bès - Antonio Ligabue", spettacolo teatrale sulla "follia" dell'artista di Mario Perrotta (giovedì 10 alle ore 21, cinema Politeama).
Eventi che non sono solo "per addetti ai lavori", come spiega Fabio Pirastu, presidente della sezione pavese della Uildm. "Già negli scorsi anni avevamo coinvolto gli studenti delle scuole superiori e gli utenti dei centri diurni - spiega -. Quest'anno abbiamo coinvolto un gruppo di studenti delle facoltà di ingegneria e architettura che faranno dei sopralluoghi in diverse zone di Pavia per valutarne l'accessibilità ed elaborare possibili soluzioni".

L'associazione "Pavia città internazionale dei saperi" organizza per venerdì 11 aprile "C'era una volta la città dei matti - conversazione con Fabrizio Gifuni - attore interprete del ruolo di Franco Basaglia in "C'era una volta la città dei matti" - e Peppe Dell'Acqua, psichiatra, già collaboratore di Franco Basaglia (ore 18, Sala Conferenze Broletto). Si parlerà anche di sport e inclusione con il giornalista Claudio Arrigoni durante la tavola rotonda "Abili si diventa" (domenica 13 ore 11, sala Santa Margherita Gualtieri). Tutte le iniziative sono gratuite. Il programma completo è disponibile in allegato o sul sito del Comune di Pavia.

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilità

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign