Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitÓ alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitÓ

A cura di Ledha

Archivio notizie

13/10/2014

Migranti con disabilitÓ: servizi sociali alla prova

LEDHA organizza un corso per fare luce su un tema poco conosciuto, ma che rappresenta una grande sfida per operatori e assistenti sociali. Appuntamento per giovedý 30 ottobre a Milano.

Immigrazione e disabilitÓ: un tema ancora poco conosciuto, ma che diventerÓ sempre pi¨ importante e urgente nel futuro. Basti pensare che in Lombardia, giÓ oggi, il 22,6% degli alunni con disabilitÓ Ŕ di origine straniera. Mentre non esistono dati aggiornati su quanti siano gli adulti con disabilitÓ motoria, sensoriale o intellettiva.
La loro presa in carico da parte dei servizi rappresenta una sfida impegnativa per il lavoro degli operatori sociali: l'intreccio di normative e di settori diversi della pubblica amministrazione rischiano di creare problemi e disorientamento. La stessa organizzazione associativa e di terzo settore appare segmentata, tra chi tradizionalmente si occupa di integrazione delle persone con disabilitÓ e chi di quelle di persone provenienti da altri paesi.

Per questi motivi LEDHA organizza e promuove il corso "Migranti con disabilitÓ: servizi sociali alla prova" che si svolgerÓ giovedý 30 ottobre (dalle ore 9.30 alle 17) presso la sede dell'associazione, in via Livigno 2, Milano (MM Maciachini).
Destinatari principali del corso sono gli operatori sociali (assistenti sociali, educatori, etc) con lo scopo di fornire loro strumenti di interpretazione della situazione attraverso l'incontro con esperienze significative e proposte di interventi concreti, maturati alla luce dell'esperienza di LEDHA, delle sue associazioni e del suo Centro Progetto di Vita (CPV). La partecipazione Ŕ aperta anche a leader e rappresentanti di terzo settore, dirigenti e amministratori pubblici.

Obiettivo del corso Ŕ offrire una prospettiva normativa, culturale e tecnica della funzione di presa in carico della disabilitÓ basata sui diritti umani, con un'attenzione specifica al riconoscimento del diritto alla vita indipendente ed all'inclusione sociale degli stranieri con disabilitÓ che vivono nel territorio lombardo.

Metodologia
La proposta formativa prevede l'alternanza di docenze di carattere frontale con proposte di lavoro di gruppo e con momenti di incontro e dibattito con testimoni qualificati. La presenza di un tutor garantirÓ la circolazione dei materiali emersi dalle attivitÓ di indagine e dalle docenze e favorirÓ i lavori di gruppo. Ai partecipanti saranno forniti materiali didattici e indicazioni bibliografiche.

Programma
Ore 9.30 Registrazione dei partecipanti
Ore 10.00 "L'approccio sociale alla disabilitÓ basato sui diritti umani", Giovanni Merlo
Ore 12.00 "Il migrante: il diritto alla salute - Il diritto all'istruzione - Il diritto alla vita indipendente ad all'inclusione nella societÓ", Maria Teresa Cairo.
Ore 13.00 Pausa pranzo
Ore 14. 00 "Stranieri con disabilitÓ: la normativa, l'organizzazione dei servizi, strumenti e supporti per una vita indipendente. Esperienze e confronto", Davide Garofalo e Annamaria Cremona.
Ore 17.00 Conclusione

Crediti
Sono stati richiesti i crediti al Consiglio Regionale dell'Ordine degli Assistenti Sociali

Docenti
Giovanni Merlo, direttore LEDHA
Maria Teresa Cairo, docente in Pedagogia speciale e didattica sociale, UniversitÓ Cattolica
Davide Garofalo, cooperativa Farsi Prossimo
Annamaria Cremona, assistente sociale CPV LEDHA

Tutor: Roberta Perolini, assistente sociale CPV LEDHA

Per informazioni ed iscrizioni

Per la frequenza al corso Ŕ richiesta l'iscrizione online attraverso il sito Ledha.it. La conferma dell'iscrizione avviene al versamento di un contributo di 42,70 € (IVA incl.) da effettuare sul conto corrente bancario LEDHA (Banca Prossima IBAN IT02M0335901600100000007590) oppure sul C/c postale 15314206 LEDHA, inserendo come causale "Migranti con disabilitÓ".


Saranno accettati fino a 30 iscrizioni, con i crediti. In caso di iscrizioni in eccesso sarÓ presa in considerazione la possibilitÓ di organizzare pi¨ edizioni dello stesso corso.

Condividi: Facebook Linkedin Twitter email Stampa