Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitÓ alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitÓ

A cura di Ledha

Archivio notizie

09/06/2007

Assegni familiari: le nuove disposizioni

La Gazzetta Ufficiale n.105, 8.5.2007, pubblica il decreto che corregge le disparitÓ di trattamento tra nuclei familiari con e senza componenti con disabilitÓ.

In applicazione dell'art. 1, comma 11, legge n. 296/2006 ( Finanziaria 2007 ) in materia di assegni familiari, a decorrere dal 1░ gennaio 2007, rilevato che l'effetto delle rideterminazione delle tabelle comportava una disparitÓ di trattamento, tale per cui in relazione ad alcuni livelli di reddito, il nucleo familiare con componenti inabili (tabb 14 e 15) percepiva un assegno inferiore a quello del nucleo familiare senza componenti inabili ( tabb.11 e 12) e considerata, fortunatamente diremmo noi, la necessitÓ di rimuovere tale disparitÓ di trattamento, ha provveduto a decretare il principio che, "l'assegno per il nucleo familiare per i nuclei con entrambi i genitori o con un solo genitore e con almeno un figlio minore, che includono soggetti inabili, non pu˛ essere inferiore, a paritÓ di reddito e di composizione numerica, a quello corrisposto agli equivalenti nuclei che non includono soggetti inabili".

Purtroppo per˛ la normativa precedente alla Finanziaria 2007 favoriva, attraverso le medesime tabelle, le famiglie con figli disabili ...e lo stesso Decreto "correttivo", nelle premesse, lo afferma! Infatti "la ratio sia della normativa dell'assegno per il nucleo familiare, sia dell'intervento di modifica disposto dalla legge finanziaria Ŕ ispirata a principi di maggior tutela dei nuclei familiari pi¨ bisognosi di sostegno economico, quali quelli che includono soggetti inabili...e ritiene necessario chiarire che, a paritÓ di reddito e composizione numerica, i nuclei familiari con componenti inabili devono beneficiare di un importo di assegno almeno pari dei nuclei equivalenti senza componenti inabili, salva la successiva rimodulazione delle tabelle!

PerchÚ le previsioni del Decreto divengano efficaci e quindi sia almeno ripristinata una paritÓ di trattamento, dovremo attendere l'intervento dell'Inps che dovrÓ modificare le relative tabelle e in particolare la numero 14 e 15, parificando gli importi previsti per i nuclei familiari con componenti disabili a quelli spettanti ai nuclei senza disabili.

Avv. Laura Abet

Servizio Legale LEDHA

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilitÓ

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign