Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilità

A cura di Ledha

Archivio notizie

19/10/2007

1million4disability: disabili o no siamo tutti cittadini

1.232.771 firme raccolte tramite il movimento europeo delle persone con disabilità e consegnate il 4 ottobre a Bruxelles al vice presidente della Commissione Europea.

La Campagna 1MILLION4DISABILITY lanciara dall'EDF (European Disability Forum) ha raggiunto il suo obiettivo, superando largamente il millione di firme. Sono state 1 232 771 le firme consegnate a Bruxelles al vice presidente della Commissione Europea!

Bruxelles, 4 ottobre 2007..
Presenti duemila rappresentanti delle persone con disabilità, arrivati a Bruxelles da 30 differenti paesi.
"..il risultato è stato eccezionale" commenta Griffo "di portata tale che, direttamente sul palco della cerimonia di consegna delle firme, Idalia Moniz, rappresentante portoghese della presidenza di turno dell'Unione Europea, si è impegnata a presentarlo al prossimo Consiglio dei Ministri competenti fissato nel mese di novembre 2007".
"..siete una forte spinta che continua a ricordarci il lavoro che ancora dobbiamo fare e siete un importante collaboratore per la Commissione Europea nella preparazione della proposta legislativa..." è stato l'intervento di Margaret Wallström, vice presidente della Commissione Europea, riconoscendo così la capacità del movimento internazionale delle persone con disabilità di attuare gli strumenti della democrazia partecipativa e di percorrere una strada di legalità.
Fischiata l'assenza del presidente della Commissione Europea José Manuel Barroso, mentre erano presenti, tra gli altri, Richard Howitt, deputato del PSE (Partito Socialista Europeo) e presidente del Disability Intergroup del Parlamento Europeo (Intergruppo sulla Disabilità), Margot Wallstrom, vicepresidente della Commissione Europea e Wallis Goelen, capo dell'Unità Integrazione Persone con Disabilità della Direzione Generale Occupazione, Affari Sociali e Pari Opportunità della Commissione Europea.
"Abbiamo bisogno che la Commissione rispetti le promesse fatte nel 2004. Abbiamo bisogno di una risposta ora. Non solo per le persone presenti qui, ma anche per quelle in tutti le capitali, in tutte le città, in tutti i paesi. Crediamo saldamente che l'Europa debba essere un posto dalle pari opportunità per tutti. Se l'Europa non è presente, lo saranno ancor meno i suoi cittadini" dice Yannis Vardakastanis, presidente del Forum Europeo sulla disabilità "non possiamo tollerare l'ignoranza; non possiamo assolutamente tollerare alcun ritardo da parte delle istituzioni europee. Non ci sono giustificazioni. Tutti lo sappiamo".
Hans-Gert Pöttering, presidente del Parlamento Europeo ed uno dei sostenitori chiave della campagna ha rinnovato l'appoggio totale del Parlamento: "l'Unione Europea è basata sui principi di rispetto e di dignità umana. Dobbiamo lavorare insieme per realizzare questo obiettivo. Sono felice che siate riusciti a raccogliere il milione di firme: è un segno di speranza per l' Europa".


Un assegno simbolico in rappresentanza delle 1 232 771 firme è stato consegnato al vice presidente della Commissione Europea. Le scatole che contengono le firme saranno certificate e trasmesse all'ufficio del sig. Barroso nei giorni prossimi.


A tutti i presenti è stata regalata una vivace sciarpa arancione su cui campeggiava la scritta che è stata anche il motto della giornata e di tutta la campagna: «disabili o no siamo tutti cittadini».

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilità

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign