Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitą alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitą

A cura di Ledha

Ultime notizie

13/04/2019

Al via le richieste per il bonus regionale "Assistenti familiari"

Il contributo, messo a disposizione da Regione Lombardia, ha come obiettivo quello di sostenere le persone con disabilitą e le famiglie che necessitano supporti tramite caregiver professionale

Favorire l’accesso dei cittadini ai servizi qualificati attraverso il consolidamento ed il potenziamento degli sportelli informatici nonché tramite l’istituzione del bonus “Assistenti Familiari” a favore delle persone con disabilità e delle famiglie che necessitano di supporti mediante caregiver professionale. Con questo obiettivo, Regione Lombardia ha deliberato lo stanziamento di 2.100.000 euro per il bonus “Assistenti familiari”, finalizzato a diminuire il carico oneroso delle spese previdenziali e a garantire alle famiglie maggiormente vulnerabili con presenza di componenti fragili, la possibilità di accedere alle prestazioni di assistenti familiari qualificati e con forme contrattuali e condizioni lavorative in linea con la normativa di settore.

La richiesta del bonus può essere presentata (esclusivamente per via telematica) a partire dalle ore 12 del 10 aprile 2019. I destinatari sono i datori di lavoro che sottoscrivono il contratto dell’assistente familiare, siano essi la persona assistita o altro componente di famiglia vulnerabile con presenza di persona fragile, non obbligatoriamente convivente, in possesso dei seguenti requisiti:

  • ISEE uguale o inferiore a 25.000 euro;
  • contratto di assunzione di Assistente familiare con caratteristiche di cui all’art.7 della l.r. 15/2015;
  • residenza in Lombardia da almeno 5 anni.

Il bonus “Assistenti familiari” è un contributo al datore di lavoro calcolato per un anno sulle spese previdenziali della retribuzione dell’Assistente familiare (contributo massimo 50% delle citate spese e comunque non superiore a 1.500 euro) definito in base al “Prospetto riassuntivo dei contributi dovuti” redatto dall’INPS.

La domanda deve essere presentata dal datore di lavoro dell’assistente familiare obbligatoriamente in forma telematica a partire dalle ore 12 del 10 aprile 2019, pena la non ammissibilità, per mezzo del Sistema Informativo Bandi online disponibile all’indirizzo di Regione Lombardia.

L'assegnazione dei contributi è subordinata alla disponibilità del fondo al momento della richiesta.

Il bando completo è disponibile sul sito di Regione Lombardia

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilitą

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign