Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitÓ alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitÓ

A cura di Ledha

Prossimi appuntamenti

Milano - 25/03/2023

UniversitÓ Cattolica del Sacro Cuore, largo Gemelli 1

ADHD e psichiatria. Comportamenti devianti e conseguenze giuridiche

Convegno organizzato dall'Associazione italiana famiglie Adhd in collaborazione con l'UniversitÓ Cattolica di Milano. Inizio ore 8

"ADHD e psichiatria. Comportamenti devianti e conseguenze giuridiche" è il titolo del quarto convegno regionale di Aifa Lombardia (Associazione italiana famiglie Adhd) organizzato in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, presso l’aula Sant'Agostino dell'Ateneo in largo Gemelli 1. Inizio del convegno alle ore 8 

La partecipazione è gratuita, previa iscrizione a questo link.

L’ADHD nell’adulto comporta diversi gradi di difficoltà di adattamento. Spesso la condizione patologica del paziente non si limita all’Adhd ma presenta disturbi psichiatrici associati (comorbilità) che peggiorano la qualità di vita della persona. A volte tali pazienti sviluppano, nel corso della vita, percorsi che portano alle dipendenze, all’autolesionismo, a comportamenti pericolosi, a rischio di suicidio e in alcuni casi a commettere reati. Di frequente si tratta di persone che hanno avuto una diagnosi tardiva e, senza l’appropriata presa in carico, spesso arrivati all’età adulta non aderiscono alle cure proposte. Per contrastare queste traiettorie evolutive negative, sia nei minori che nei giovani adulti, andrebbero utilizzati dal Servizio sanitario nazionale tutti gli strumenti efficaci di presa in carico. Le risorse sono poche rispetto al bisogno e spesso inadeguate. Con le risposte che le istituzioni sono in grado di fornire, risulta difficile conciliare il diritto alla cura con la libertà individuale. Di conseguenza i pazienti restano senza terapia e i familiari rimangono praticamente soli e impossibilitati a fornire supporto ai loro congiunti.

Il programma prevede importanti contributi, con particolari approfondimenti circa gli aspetti legali e giuridici in caso di comportamenti problematici in età adulta. L’ingresso al convegno è gratuito e aperto a chiunque interessato agli argomenti, non ci saranno crediti formativi, ma verrà consegnato un attestato di partecipazione a fine giornata.

 

Condividi: Facebook Linkedin Twitter email Stampa