Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformitÓ alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilitÓ

A cura di Ledha

Archivio appuntamenti

Milano - 10/02/2009

Rachel sta per sposarsi

"Cinema senza barriere" continua la sua rassegna con un film raccontando la storia di Kym, una ex tossicodipendente che fa ritorno a casa in occasione del matrimonio della sorella Rachel.

Spazio Oberdan, martedý 10 febbraio 2009, ore 20.00

Martedý 10 febbraio, alle ore 20.00, presso lo Spazio Oberdan di Milano, sarÓ proiettato Rachel sta per sposarsi di Jonathan Demme, quarto appuntamento della 4^ edizione di Cinema Senza Barriere. Film ben scritto da Jenny Lumet, figlia del grande Sidney, e splendidamente interpretato da Anne Hathaway che per questa parte ha ottenuto la nomination come miglior attrice protagonista ai Golden Globe e agli Oscar. Una pellicola che ha fatto molto parlare di sÚ dopo essere stata presentata alla 65^ Mostra internazionale del Cinema di Venezia e aver ricevuto un ampio consenso di pubblico e di critica da cui Ŕ stata giudicata "molto pi¨ di un bel film, anzi un'opera totale".

Rachel sta per sposarsi Ŕ un dramma familiare emozionante, capace di toccare spesso anche le corde dell'ironia, in cui musica e parole giocano un ruolo di primissimo piano e sanno coinvolgere lo spettatore senza ricorrere a facili artifici retorici o banali sentimentalismi. Kym, una ex tossicodipendente che per anni Ŕ entrata e uscita a pi¨ riprese dai centri di recupero, fa ritorno a casa in occasione del matrimonio della sorella Rachel minando con la sua personalitÓ complessa e il suo difficile vissuto i giÓ precari equilibri familiari.

Un film praticamente perfetto per la rassegna Cinema senza barriere, soprattutto grazie al suo realismo narrativo e alla capacitÓ dell'autore di non spettacolarizzare mai il dolore e di non renderlo fine a se stesso. L'empatia che i personaggi sanno ottenere con lo spettatore - soprattutto la protagonista Kim nel suo sofferto percorso di cambiamento e la figura forte e fragile al tempo stesso di suo padre Paul (il bravissimo Bill Irwin) - permette a questo intelligente film di abbattere qualsiasi barriera visiva e uditiva andando a toccare la sensibilitÓ di chiunque vi assista.

Cinema senza barriere, un progetto ideato da AIACE Milano, con il sostegno degli Assessorati alla Cultura, al Lavoro e alle Politiche Sociali della Provincia di Milano e della Fondazione Banca del Monte di Lombardia; un servizio culturale continuativo per le persone con disabilitÓ della vista e dell'udito, cui Ŕ stato facilitato l'accesso al cinema, intervenendo con audiocommento e sottotitolatura su film di normale distribuzione in sala, ma anche una rassegna cinematografica dedicata a chiunque sia appassionato di cinema.

SarÓ ancora pi¨ interessante vedere come di fronte a Rachel sta per sposarsi reagiranno gli spettatori che si sottoporranno agli esperimenti di Cinetermografia, l'innovativa ricerca scientifica realizzata in collaborazione con l'Istituto di Fisica Generale e Applicata dell'UniversitÓ degli Studi Milano, per investigare in modo oggettivo il rapporto tra un film e l'emozione di chi lo guarda.

I prossimi appuntamenti di Cinema senza barriere: 10 marzo, 14 aprile, 12 maggio e 9 giugno, sempre alle ore 20, presso lo Spazio Oberdan di Milano.

Prenotazione cuffie giorni feriali c/o Cineteca: tel. 02.29005659
Prenotazione cuffie giorni festivi c/o Spazio Oberdan: tel. 02.7740.6300/02

Ingresso: 5 euro senza obbligo di tessera - 2 euro per le persone disabili
Ingresso gratuito per gli accompagnatori dei disabili

 

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilitÓ

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign