Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilità

A cura di Ledha

Archivio appuntamenti

Milano - 07/09/2009

Premio L'Anello Debole

Iniziativa promossa dalla Comunità di Capodarco giunta alla sua V edizione. Tema "Radio, Tv, Cinema contro l'esclusione sociale". Il bando scade il 7 settembre

Premessa

La Comunità di Capodarco, impegnata da oltre 40 anni nell'accoglienza di persone in difficoltà, ha sempre posto attenzione anche a come le notizie sociali sono diffuse. Per questo organizza dal 1994 un seminario di formazione annuale destinato ai giornalisti, chiamato Redattore sociale, con l'obiettivo di aiutare la professione a trattare le notizie che riguardano la popolazione vulnerabile al di fuori degli stereotipi della cronaca nera e dell'occasionalità. Una iniziativa che è cresciuta nella partecipazione e nella considerazione dei giornalisti e dei professionisti della comunicazione.

Con lo stesso nome di Redattore sociale è editrice dal 2001 di un'agenzia quotidiana on line - unica in Italia - di notizie sociali, con lanci originali, corredati da approfondimenti utili per conoscere il vasto mondo della marginalità.

 

Dal 2005 la Comunità bandisce il premio L'anello debole, da assegnare ai migliori esempi di trasmissioni radiofoniche, televisive, opere cinematografiche brevi che abbiano narrato fatti e vicende della popolazione italiana e straniera definibile "fragile", perché "periferica" o "marginalizzata".

Il premio L'Anello debole intende essere il conseguente prolungamento della attenzione della Comunità di Capodarco al mondo della comunicazione. Esso prende in particolare considerazione quella audio-visiva, ritenendola quanto mai centrale per la sua capacità di incidere su formazione, informazione, costumi e attitudini.

L'idea

L'idea del premio nasce dalla considerazione che la forza della "catena" della comunicazione dipende dalla resistenza del suo anello debole: poveri, minoranze, e culture "altre" hanno il diritto di essere al centro dell'attenzione collettiva.

Tutta "la realtà" deve essere rappresentata dalla comunicazione, non solo quella stereotipata, artefatta, paludata, ma anche quella che riguarda le fasce più vulnerabili delle popolazioni. Ne vanno di mezzo la verità, la giustizia, la democrazia.

Radio, tv e cinema, insomma, se politicamente non dovrebbero favorire estremismi, così socialmente non dovrebbero permettere esclusioni. Soprattutto in un'epoca in cui squilibri politici, economici e sociali, con la globalizzazione, rischiano di aumentare intollerabilmente distanze e fossati.

Bando 2009
1) Con il Premio L'anello debole la Comunità di Capodarco intende dare un riconoscimento ai migliori programmi giornalistici radiofonici e televisivi (servizi lunghi, inchieste, reportage, documentari) e ai migliori cortometraggi "della realtà" o di fiction, aventi come oggetto tematiche di forte contenuto sociale.

2) I materiali audio o video potranno essere inediti o editi, purché realizzati e/o trasmessi non prima dell'1 gennaio 2008.

3) Saranno ammessi alla selezione finale i materiali audio e video caratterizzati da un elevato livello tecnico, da una accurata qualità giornalistica o filmica, da un linguaggio e una narrazione rispettosi delle sensibilità di tutti, in particolare dei soggetti più fragili e marginali.

4) La selezione dei materiali audio e video pervenuti verrà effettuata da un comitato di lettori nominato dalla Comunità di Capodarco.

5) La giuria del premio - presieduta da Giancarlo Santalmassi e composta da Vinicio Albanesi, Pino Corrias, Daniela De Robert, Andrea Pellizzari, Daniele Segre - sceglierà tra le opere finaliste la vincitrice per ciascuna delle seguenti 4 categorie: radio, televisione, cortometraggi "della realtà", cortometraggi di fiction. Sono possibili premiazioni ex-aequo.

6) Per ciascuna categoria, la giuria potrà anche indicare opere meritevoli di "menzione". La giuria assegnerà inoltre un premio speciale riservato alle opere realizzate dalle Radio universitarie italiane.

7) Si concorre al Premio "L'anello debole" inviando un'opera per una o più delle quattro categorie, con le seguenti caratteristiche:

a) Radio: opere di durata non inferiore a 3 minuti e non superiore a 25 minuti su supporto digitale Cd audio, formato MP3 a 128 Kbps-44 Hz o superiore;

b) Tv e cortometraggi: opere di durata non inferiore a 3 minuti e non superiore a 25 minuti sia su supporto digitale Dvd video che su supporto Cd formato WMV o MPG per l'utilizzo su web.

8) Le opere dovranno riportare al loro interno i dati e i credits completi: data e luogo di realizzazione o trasmissione, titolo, autore/i, produzione, durata, abstract del soggetto compreso tra 1.000 e 2.000 battute (spazi inclusi).

9) Alle opere dovrà essere allegata una domanda scritta di partecipazione al Premio, con indicati i dati completi (nome e cognome, indirizzo, numero di telefono, e-mail e data di nascita), la categoria per cui si intende partecipare e la seguente dicitura firmata: "Autorizzo l'uso dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003".

10) Ciascun concorrente dovrà effettuare un versamento di 15 (quindici) euro sul conto corrente postale n. 52395126, intestato a Redattore Sociale s.r.l., indicando la causale "Anello Debole 2009". Copia della ricevuta deve essere spedita all'organizzazione del premio per posta o per e-mail o per fax.

11) Vanno inviate almeno due copie di ciascuna opera, in plico raccomandato alla Segreteria del Premio "L'anello debole": c/o Comunità di Capodarco, Via Vallescura n. 47 - 63010 Capodarco di Fermo (AP); e-mail: info@premioanellodebole.it; fax 0734 681015.

12) Le opere devono essere spedite entro il 7 settembre 2009 (fa fede la data del timbro postale) e non verranno restituite.

13) La premiazione avverrà entro il mese di novembre 2009 a Fermo.

Alle 4 opere vincitrici verrà assegnato un premio in denaro di euro 1.000 (mille) e un bracciale con il simbolo del premio, disegnato da un artigiano locale.

All'opera vincitrice del premio speciale per le Radio universitarie verrà assegnato un premio in denaro di euro 500 (cinquecento) e una targa con il simbolo del premio.

Alle opere menzionate verrà assegnato un ciondolo con il simbolo del premio.

Gli autori delle opere vincitrici e menzionate saranno ospiti della Comunità di Capodarco.

14) Le opere finaliste saranno pubblicate sul sito del premio: www.premioanellodebole.it.

15) La partecipazione al premio comporta l'accettazione e l'osservanza di tutte le norme del presente regolamento.

 

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilità

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign