Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.
Informativa estesa         

Persone con disabilità

A cura di Ledha

Archivio appuntamenti

Varese - 23/03/2011 - 25/03/2011

Aula magna di via Ravasi 2

Sindrome di Down e lavoro: un percorso non più in salita

L'iniziativa, promossa dall'università degli Studi dell'Insubria, è stata organizzata in collaborazione con l'ospedale di Circolo e fondazione Macchi, il polo universitario, l'Asl, la Provincia, il comune di Varese

Durante le tre giornate circa 60 specialisti nel settore medico, psicologico, sociale, scolastico, giuridico, economico e artistico illustreranno le opportunità di inserimento nel mondo del lavoro offerte dalla società ai giovani adulti con sindrome di Down.

«L'inserimento lavorativo rappresenta una grande opportunità di crescita e di impegno per i ragazzi - spiega Giovanna Brebbia, responsabile scientifico del convegno - Un elemento indispensabile è rappresentato da un'integrazione sociale vera e completa che coinvolga disabili e normodotati in un unico percorso. Tutto questo richiede una preparazione adeguata per tutti gli attori coinvolti, non trascurando le esigenze di ognuno: lavoratore, famiglia, collega e datore di lavoro. Senza queste premesse non è possibile un inserimento lavorativo che assicuri il mantenimento di un grande successo sociale, quale può essere l'integrazione delle persone disabili nel mondo del lavoro». La tre giorni dedicata al tema del rapporto tra persona Down e mondo del lavoro sarà arricchita da una mostra fotografica del fotografo varesino Carlo Meazza curata dall'architetto Jacopo Pavesi, dal titolo omonimo «La persona Down e il mondo del lavoro».
Sarà inoltre proiettato nel corso del seminario il documentario «Il lavoro piace» realizzato dagli stagisti del corso di laurea in scienze della comunicazione dell'università degli studi dell'Insubria. Infine all'inaugurazione dell'evento si svolgerà un concerto di musica classica del liceo civico musicale Riccardo Malipiero di Varese. L'iniziativa - promossa dall'università degli Studi dell'Insubria - è stata organizzata in collaborazione con l'azienda ospedaliera ospedale di Circolo e fondazione Macchi, il polo universitario, l'Asl, la Provincia, il comune di Varese e sarà presieduta da Renzo Dionigi, rettore dell'università. La partecipazione è gratuita, aperta al pubblico, ma riservata a un numero massimo di 300 persone, pertanto è richiesta l'iscrizione entro il 4 marzo contattando Artcom s.r.l.

Contatti:

Tel. 02/89.54.04.27;

artcom@artcomsrl.it

 

Condividi:

FISH - Federazione Italiana per il Superamento dell'HandicapLedha - Lega per i diritti delle persone con disabilità

Ledha Via Livigno, 2 - 20158 Milano :: tel. 02 6570425 :: info@ledha.it

Informativa sull'uso dei cookie

Realizzato da Head&Hands & MediaDesign